HOME

- Chi siamo
- La nostra storia
- Spiritualità

Evangelizzazione
- Iniziative
- Cellule
- Campo Oasi
- Spettacoli
- Adozioni a distanza

Altre Oasi
- India

Multimedia
- Foto
- Giornalino
- Calendario incontri
- Sfondi desktop

- Links

- AREA RISERVATA

LA PAROLA
DEL MESE

“CAMMINATE SECONDO
LO SPIRITO
E NON SARETE PORTATI
A SODDISFARE
I DESIDERI
DELLA CARNE"
(Gal. 5,16)

LA PAROLA
DEL MESE
GIOVANI

----------------------

CALENDARIO INCONTRI 2017

---------------------

Oasi della Gioia su Facebook

Semi di Vita

E' ONLINE
IL NUOVO
GIORNALINO 2016Giornalino 2015

PAROLA DI VITA – MARZO 2017


“CAMMINATE SECONDO LO SPIRITO
E NON SARETE PORTATI A SODDISFARE IL DESIDERIO DELLA CARNE”
Gal. 5,16

 

- Cammino secondo lo Spirito: 

– i desideri dello Spirito à il bene

- Cammino secondo la carne:

– i desideri della carne à il male

Sono due strade proprio diverse:

- quella di Cristo

– quella del mondo

Gesù ci ha portato una vita di cielo in sintonia con il Creatore fino a realizzare la “vita trinitaria” la vita del Creatore.

Ci ha chiamati a vivere la Sua vita, a partecipare alla Sua Gioia, alla sua Gloria.

 

- Spiegazione chiara dei desideri e delle “opere della carne”:
“fornicazione, impurità, dissolutezza, idolatria, stregonerie, inimicizie, discordia, gelosia, dissensi, divisioni, fazioni, invidie, ubriachezze, orge e cose del genere” … “chi le compie non erediterà il Regno di Dio” (Gal. 5,19-21)

- Spiegazione chiara dei desideri e dei “frutti dello Spirito”:
“amore, gioia, pace, magnanimità, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé”. (Gal. 5, 22)

 

Contrapposizione tra:

- La Legge di Mosè

- La legge dello Spirito

  per indicare che il credente unito a Cristo non ha più una legge che gli detti la sua condotta dall’esterno, ma è guidato dalla legge interna dello Spirito: “Perciò se viviamo dello Spirito, camminiamo anche secondo lo Spirito” (Gal. 5, 25)

  Condotto dallo Spirito il cristiano vive spontaneamente secondo lo Spirito e si distoglie dalle opere alle quali lo porta il desiderio della carne: “Quelli che sono di Cristo hanno crocifisso la carne con le sue passioni e i suoi desideri” (Gal. 5, 24)

  Appare chiaro che la vita del Cristiano è “nel mondo, ma non del mondo”, il cristiano è trasformato dallo Spirito: ma questa trasformazione avviene vivendo il mistero della Croce, di morte e Risurrezione di Gesù (G.A.).

 

Ma c’è un desiderio della carne più nascosto, di cui S. Paolo non parla direttamente (anche se cita i suoi effetti) ed è l’ ORGOGLIO:

•Che porta all’egoismo, al cercare se stessi, al girare intorno a sè, a strumentalizzare gli altri in funzione di noi stessi, dei nostri comodi …

•È l’opposto della capacità di dono che viene dallo Spirito (Dono del Padre al Figlio e del Figlio al Padre)

L’orgoglio si infila in tutti i contesti e può avvelenare anche le azioni più sante.

 

Oggi nella confusione in cui viviamo, siamo chiamati a lasciarci guidare dallo “Spirito di verità”:

Di fronte a noi stessi
Di fronte alla nostra fede
Di fronte alla vera Chiesa

Dallo Spirito viene la capacità di andare controcorrente e di evangelizzare anche in un contesto di persecuzione   (vedi: Atti 4,23-31).

 

ARCHIVIO

2012
settembre ottobre novembre dicembre

2013
gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre

2014
gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre

2015
gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre

2016
gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre

2017
gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre